da 04/06/21 a 10/06/21

MICRO Arti Visive

“VITA” di Elena Chioccarelli Denis “una storia nella storia, carnet de voyage di una Donna italiana in Etiopia (1938 -1942), frammenti di storie passate ancora presenti”.
 
Approda anche a Roma dopo una lunga attesa causata dall’emergenza Covid, la mostra personale di Elena Chioccarelli Denis. Per la prima volta nella capitale, “VITA” prende avvio da una riflessione personale dell’artista, con l’intento di documentare le vicende dei nonni durante il loro espatrio in Etiopia nel 1938, in pieno colonialismo italiano. Memorie di viaggio, tesori custoditi, drammi della guerra sono queste le tracce dell’eredità, il “lessico famigliare” di Elena Chioccarelli. Il puzzle che Elena ricostruisce riapre una pagina drammatica della storia di sua nonna, Giulia Patrizi Carrega, ricordo costante e presenza importante con la quale ha vissuto fino ai suoi 30 anni- è la persona che torna sempre presente, e con cui Elena ha intrecciato un legame così forte da raccontarne oggi la sua storia, attraverso un progetto artistico ambizioso. Dal loro dialogo immaginario, lontano nel tempo e nello spazio, l’artista ha imbastito il suo percorso espositivo e la sua ricerca artistica.
 
Le vicende della nonna e della famiglia, il sogno infranto di un nuovo mondo, il colonialismo e gli orrori della Seconda Guerra Mondiale, la prigionia,  riverberano nelle “fragili” opere di Elena Chioccarelli Denis, nel fluire morbido dei suoi orizzonti visivi, in quel tracciare sconfinamenti spaziali, gli stessi che invece hanno segnato, in quegli anni tragici, il limite della Storia sconvolgendo la vita di molti e della sua famiglia.

L’intento è materializzare quel dialogo interrotto con la persona, la vita e una pagina di Storia, personale e nazionale, che soltanto apparentemente non c’è più. E nel suo percorso umano e artistico, anche se Elena non è mai stata in Etiopia, è esattamente lì, che ritrova un pezzo di sé stessa– “si misura tra astratto e figurativo, crea una traccia su tela o carta – la stessa- che si incrocia con le orme di sua nonna” (dal testo di Martina Ludwina Caruso) ricomponendo quindi la sua vicenda, “sospesa” sul filo della Grande Storia e in quella della sua famiglia.
 
La mostra, organizzata da Paola Valori per le iniziative di MICRO, è corredata da un catalogo con un testo curatoriale di Martina Ludwina Caruso.

A corredo delle opere esposte è allestita una proiezione con foto d’epoca, come prezioso documento d’archivio.

©2021 Un Ospite a Roma - Edito da: Società Cooperativa Romana Chiavi d'Oro a r.l. Via Domodossola, 29 - 00183 Roma - Web Design Marco Bertelli

Log in with your credentials

Forgot your details?