Per la prima volta nella Capitale, la statua sarà esposta fino al 10 marzo presso il nuovo Rhinoceros, sede della Fondazione Alda Fendi-Esperimenti.

Il capolavoro di Michelangelo del 1530, una delle opere marmoree incompiute dell’artista, proviene dal Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo e arriva in Italia per la seconda volta in 230 anni, dopo una prima mostra nel 2000 agli Uffizi di Firenze.

L’esposizione, curata dal professor Sergej Androsov, capo Dipartimento dell’Arte dell’Europa Occidentale all’Ermitage, è stata organizzata da Il Cigno GG Edizioni in collaborazione con Villaggio Globale International e sancisce l’inizio di un prestigioso accordo tra la Fondazione Alda Fendi – Esperimenti e il Museo russo.

Questa collaborazione è finalizzata, in particolare, a incrementare i rapporti culturali tra i due Paesi anche attraverso il prestito di prestigiose opere d’arte.

Illuminato da un grande candelabro a nove braccia, ideato dal premio Oscar Vittorio Storaro e da sua figlia Francesca, il “Giovane accovacciato” si trova nella sala al pianterreno del seicentesco palazzo Rhinoceros nel cuore della Capitale, tra il Velabro e l’Arco di Giano, nuovo spazio per la cultura voluto da Alda Fendi e aperto al pubblico solo due mesi fa, dopo il restauro affidato a Jean Nouvel.

FONDAZIONE ALDA FENDI – ESPERIMENTI. Via dei Cerchi, 21. Orario: tutti i giorni 10-19. Ingresso: gratuito. Per informazioni: Tel. 3406430435

©2019 Un Ospite a Roma - Edito da: Società Cooperativa Romana Chiavi d'Oro a r.l. Via Domodossola, 29 - 00183 Roma - Web Design Marco Bertelli

Log in with your credentials

Forgot your details?