Apre al grande pubblico la Domus Transitoria, la prima residenza dell’imperatore nel cuore del Palatino

Dopo quasi settant’anni di chiusura il complesso della Domus Transitoria al Palatino, la maestosa reggia di Nerone prima dell’incendio del 64 d.C., torna ad essere visitabile da aprile.

Anche questa residenza, come la più nota Domus Aurea, fu fatta costruire dall’imperatore all’insegna del lusso e del sensazionalismo: l’acqua, in particolare, era l’elemento che giocava un ruolo da protagonista e il ninfeo, la cui struttura architettonica colpisce subito l’attenzione, era uno specus estivo dove Nerone trovava refrigerio soprattutto in estate. Il percorso di visita è arricchito sia dalla tecnologia multimediale, finalizzata a restituire l’effetto originario degli ambienti, che da un allestimento illuminotecnico, utilizzato soprattutto sui punti che lasciano intendere la ricchezza del complesso nell’antichità.

E, ancora, un gran finale prima dell’uscita: un video wall che offre la ricostruzione delle affascinanti decorazioni parietali e pittoriche dell’epoca neroniana.

Il percorso di visita alla Domus Transitoria, a cura di Alessandro D’Alessio, rientra nei luoghi visitabili con il biglietto esclusivo per Palatino e Foro Romano.

©2019 Un Ospite a Roma - Edito da: Società Cooperativa Romana Chiavi d'Oro a r.l. Via Domodossola, 29 - 00183 Roma - Web Design Marco Bertelli

Log in with your credentials

Forgot your details?