04/08/21

Teatro Brancaccino

Ultimo appuntamento all’interno della kermesse Namuda Fest, diretta da Alessandro Longobardi e Rashmi Bhatt che celebra la NAtura, la Musica e la DAnza, tra lezioni di yoga e concerti di world music.
Il 4 agosto, nello spazio green adiacente il Teatro Brancaccino, si tiene la serata “Il suono della memoria”, un concerto con i noti cantanti senegalesi Pape Kanouté e Badara Seck, accompagnati alle percussioni dallo stesso Rashmi Bhatt.

La serata è dedicata alla figura del Griot, il cantastorie mandingo che svolge il ruolo di conservare la tradizione orale e tramandarla alle nuove generazioni. Le canzoni tradizionali che propone raccontano i fatti del passato e del presente, la saggezza degli avi. Narratore, intrattenitore e etnomusicologo, quella del Griot è una missione; come si sostiene “Griot si nasce, non si diventa”.

La serata è preceduta nel pomeriggio, alle ore 18, da una sessione di yoga all’aperto con l’insegnante Nemir Adjina, nell’intento che si propone Namuda Fest di coniugare arte, meditazione e natura.

©2022 Un Ospite a Roma - Edito da: Società Cooperativa Romana Chiavi d'Oro a r.l. Via Domodossola, 29 - 00183 Roma - Web Design Marco Bertelli

Log in with your credentials

Forgot your details?