da 28/05/21 a 30/05/21

Teatro Tor Bella Monaca

Giulio Cesare. La congiura
Dal Giulio Cesare di William Shakespeare

Drammaturgia e regia Laura Angiulli
con Paolo Aguzzi, Giovanni Battaglia, Alessandra D’Elia, Luciano Dell’Aglio, Stefano Jotti, Antonio Marfella e Pietro Pignatelli
Scena  Rosario Squillace
Disegno luci  Cesare Accetta
Galleria Toledo Produzioni

Nell’opera di William Shakespeare l’immagine del grande Cesare, infallibile condottiero, si svuota di gloria e di potenza.
Così che, emergono le sue fragilità, citate con malcelata inimicizia dagli avversari, e protese allo svilimento della sua figura. Nessuna citazione delle gesta militari: Cesare viene descritto come un piccolo uomo, mezzo sordo, piagnucoloso, affetto dal “mal caduco”, soggetto a superstizioni di basso profilo.
Il ruolo di primo piano va al tema della congiura e dei personaggi che la ordiscono, su istigazione di Cassio, ma anche di Bruto arreso all’azione omicida nel nome di una presunta “libertà”, per quest’ultimo non senza un faticoso dissidio tra sentimento e ragione.
Accanto ai protagonisti dell’evento si aggiungono numerosi personaggi, per l’appunto i congiurati, che con rapida presenza s’affacciano al dramma, per lasciare poi nel sanguinoso epilogo i due fratelli, principali autori dell’assassinio di Cesare. Nel complesso dell’opera, ed è questo forse il punto di maggiore interesse, si disegna e si rappresenta l’evidente declino di una Roma flagellata da lotte, uccisioni, corruzione, nel corpo della classe dirigente dello Stato.

 

©2022 Un Ospite a Roma - Edito da: Società Cooperativa Romana Chiavi d'Oro a r.l. Via Domodossola, 29 - 00183 Roma - Web Design Marco Bertelli

Log in with your credentials

Forgot your details?