07/05/21

A tre anni di distanza da Canti ballate e ipocondrie d’ammore, premiato con la Targa Tenco come miglior album in dialetto, Canio Loguercio, per il suo nuovo cd, Ci stiamo preparando al meglio, dito da Squilibri nella collana Crinali, si è sottratto alle confortevoli liturgie delle riconferme per continuare a muoversi al di fuori di ogni schema seguendo il filo di una fertile quanto cangiante ispirazione.
Invece di riproporsi secondo formulate collaudate, che lo hanno consacrato come una sorta di irregolare epigono della canzone napoletana, che più di ogni altro ha contributo ad sovvertire e trasfigurare in una direzione del tutto inaspettata, ha deciso di misurarsi con la forma canzone, mettendo insieme 10 brani che, ripescati negli scaffali della memoria o composti per l’occasione, animano tutto un mondo interiore che si nutre di immagini e suggestioni impalpabili che lievitano fino a diventare espressione di stati d’animo più estesi e condivisi. Un disco intimo e nostalgico, dunque, ma proiettato in avanti, oltre il baratro che minaccia di inghiottirci, oltre quell’assurda sospensione d’animo in cui siamo tutti precipitati dove non resta che prepararsi al meglio, magari in buona compagnia come quella che popola questo disco di grande fascinazione, da Andrea Satta a Badara Seck, da Flo a Monica Demuru.
 
“Più che un concerto, si tratta di una messinscena di appunti sparsi, derive sentimentali e canzoni sussurrate
– ha dichiarato Canio LoguercioUna sorta di drammaturgia intima e ironica sulla perdita e la nostalgia. Un viaggio lento fra “ammore” e memoria che si intrecciano sullo sfondo di un paesaggio immaginario, lungo il filo di una storia provvisoria che si avvolge continuamente su se stessa. Sarà anche la prima volta che presenteremo da un palco, sia pure in streaming e a distanza, le canzoni di questo nuovo album con un gruppo di straordinari musicisti con i quali spero anche di tornare presto a suonare dal vivo”.
 
Ad accompagnare Canio Loguercio nel corso dell’esibizione saranno, infatti, Giovanna Famulari al violoncello, Luca De Carlo alla tromba, Massimo Antonietti alle chitarre, Ermanno Dodaro al contrabasso e Giovanni Lo Cascio alla batteria.
 
L’album “Ci stiamo preparando al meglio
si compone di 10 brani, tra cui 5 inediti, 1 nuova versione di “Luntano Ammore e 4 speciali rivisitazioni di celebri canzoni d’autore e classici della musica napoletana a cui il cantautore è particolarmente legato: “Incontro” di Francesco Guccini”, “Lacreme Napulitane” di Francesco Buongiovanni e Libero Bovio (rielaborata in “Mia cara madre”), “Quando vedrete il mio caro amore”, un successo di Donatella Moretti del 1963 e “Core ‘ngrato” di Riccardo Cordiferro e Salvatore Cardillo.

©2021 Un Ospite a Roma - Edito da: Società Cooperativa Romana Chiavi d'Oro a r.l. Via Domodossola, 29 - 00183 Roma - Web Design Marco Bertelli

Log in with your credentials

Forgot your details?